Chiesa di San Domenico

descrizione

La Chiesa di San Domenico o di S. Maria del Rosario e l’attiguo convento furono eretti entrambi nel 1461. La presenza dei domenicani a Modica risale, infatti, proprio al XV sec. La facciata si sviluppa su due ordini. Il primo ordine, pre-terremoto, porta incisa la data 1678: le grandi ed eleganti conchiglie dietro il capo delle statue di San Domenico e San Vincenzo Ferreri, nelle snelle nicchie laterali con cornici e timpano classicheggianti, e l’ampio stemma dei Domenicani sul portale, sono chiaramente seicenteschi. Lo stemma domenicano sul portone d’ingresso è sormontato dal Triregno. Il secondo ordine fa parte della ristrutturazione settecentesca post-terremoto.
L'interno, a navata unica con volta a botte e stucchi del Gianforma, conserva, tra l'altro, due dipinti seicenteschi, uno su tavola ed uno su tela:
- la pala cinquecentesca della Madonna del Rosario, ripresa dall’analogo dipinto di Vincenzo Aniemolo, che raffigura la Madonna circondata da puttini che distribuisce le corone a San Domenico, San Tommaso d’Aquino, Sant’Agata e Santa Lucia. L’insieme è circondato da una cornice dipinta entro la quale, in riquadri, si snodano i Misteri del Rosario (Gaudiosi, Dolorosi e Gloriosi), mentre ai quattro angoli sono gli evangelisti.
- la tela del 1630/40 di Matteo Reati che raffigura l’apparizione di San Domenico ad un frate di Soriano.

mappa

SpazioZero Gerenza

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.