Chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore

descrizione

La Chiesetta rupestre di S. Nicolò Inferiore costituisce l’esempio più eloquente e meglio conservato di architettura rupestre nel comprensorio modicano ed è al momento la più antica testimonianza di edificio chiesastico all'interno della città.
Quasi nascosta nel cuore di una delle vie più caratteristiche del centro storico, la Via Grimaldi, la chiesetta si offre inaspettatamente al visitatore in tutta la sua bellezza. Composta da un unico ambiente di circa 45 mq., presenta un ampio catino absidale interamente decorato con un doppio ciclo di affreschi in stile bizantineggiante, databili tra l'XI e il XVI sec. In posizione centrale campeggia il Cristo assiso in trono racchiuso in una grande mandorla e contornato da angeli; ai suoi lati teorie di pannelli con la Madonna e i Santi. Le indagini di scavo ivi condotte hanno inoltre portato alla luce, a livello del pavimento, una serie di tombe terragne. La chiesetta rupestre, almeno nella sua prima fase, faceva capo a gruppi della comunità cittadina che adottavano il rito liturgico di tradizione orientale.
Essa potrebbe, inoltre, essere collegata ad una prima fase abitativa del quartiere di Francavilla, che già nel nome sembra fare riferimento ad una colonia latina di età normanna che successivamente avrebbe avuto come chiesa principale proprio quella di S. Giorgio.

mappa

SpazioZero Gerenza

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.